Passa ai contenuti principali

Post

Dolcetto in Zona? Si può!

Via farine, zucchero, lieviti, burro, etc....sono nella mia fase "in autunno è meglio che non cucino altrimenti è la fine!"
Ma ogni tanto uno sfizio ci sta, non si può pretendere di essere rigidi e rigorosi sempre! E poi, si possono pur sempre limitare i danni facendo una cheescake leggera-leggiò...in ZONA! Eccola:

CHEESE CAKE AI LAMPONI (8 blocchi)
16 frollini bilanciati 4 blocchi P+C+G
1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
240 g ricotta 3 P+G
66 g albumi 1 P
22 g fruttosio 2 C
140 g lamponi 1 C
Scorzetta di arancia e limone ed una spolverata di cannella, se graditi.

PER LA PARTE BISCOTTOSA frantumare i frollini e ammorbidirli in un pentolino, con l'olio ed un po' d'acqua, a fuoco lentopi una piccola tortiera (io ne uso un piccola in silicone, di diametro 20 cm), poi infornare a 150° per 10 min.
PER LA PARTE FORMAGGIOSA Mescolare la ricotta con fruttosio, scorzette e cannella. Unire gli albumi montati a neve ed infine i lamponi (io li ho messi interi, …
Post recenti

Ci vorrebbe un dolcetto ma poi..

..poi non vuoi vanificare le tue ore di palestra e tutti i sacrifici fatti finora.
E poi hai deciso di rientrare in Zona, un programma alimentare che ti fa stare bene. E ti rendi conto che non hai realmente voglia di quel dolcetto, quanto della coccola che rappresenterebbe per il tuo cervello.
Così quel dolcetto lo guardo in foto, e mi compiaccio della sua carineria e del ricordo del cocco che si fonde con le gocce di cioccolato. E no, non mi viene ancora più voglia, anzi dico a me stessa che è meglio rinunciarci, perché sono troppo golosa ed uno non mi basterebbe!
Quindi posto la foto, la ricetta è quella delle praline cocco-lose postata tempo fa, arricchite con gocce di cioccolato alcune e con pistacchi altre. Mi hanno fatto fare un figurone nel nuovo ufficio, dove ho già conquistato..il palato di tutti!



Una torta con dieci cuoricini. Perché l'amore va urlato.

Salvo e Fabio sono due splendidi ragazzi conosciuti qualche anno fa grazie alla mia amica Stefi, e da allora mi hanno sempre coinvolto nei loro momenti di baldoria con gli amici.  Questa volta si sono inventati una festa in casa per celebrare i loro 10 anni d'amore. Una casetta piccina picciò, graziosa e deliziosamente arredata diventa un piccolo paradiso per una sera: si respira amicizia, allegria, felicità ed amore..ovviamente! Si beve prosecco e si mangiano polpette  (non solo quelle, ma meritano di essere citate: standing ovation per Salvo). Quello che più mi rimane in testa di questa serata è l'orgoglio con il quale entrambi parlano della loro storia, la soddisfazione di beffeggiare gli stereotipi dell'amore, la dimostrazione che l'amore non ha età, sesso, colore. E la voglia di urlarlo al mondo. Anche se poi, in realtà, a loro basta urlarlo agli amici  che li circondano affettuosamente. Auguri ragazzi, brindo alle tantissime feste che faremo per il vostro amore!…

Solstizio d'estate

LA FASE CUPCAKES

Quando mi fisso non c'è scampo, porto allo sfinimento persino me stessa a furia di fare la stessa cosa per migliorarla o declinarla in infinite possibilità.  Questo è il mio momento cupcakes: da quando la mia amica Bianca mi ha regalato il carinissimo libro qui a destra, mi sono cimentata nella preparazione di queste deliziose tortine che, pur non essendo complicate da fare, richiedono una certa meticolosità nella lavorazione, al fine di avere dei dolcetti soffici e non dei sassi che ne mangi uno e te lo ricordi per tutta la vita. Poi anche le mie ricerche su Pinterest hanno nutrito l'ossessione per questi dolcetti anglosassoni che riescono ad essere bellissimi oltre che buoni. Fatto sta che ad oggi ho sperimentato svariate volte solo la ricetta base ed una variante di mia invenzione: banana e fragola! Una pigra mattina di un veloce week-end a Reggio Calabria, dopo aver preparato uno smoothie per colazione, ho pensato di preparare la crema di burro e zucchero nello stesso frull…

AUGURI ELISA!

Eh sì, le fragole nella torta piacciono a tutti, così mi sono ritrovata a fare per la seconda volta in meno di un mese la torta con crema chantilly e fragole (per la ricetta clicca qui, di diverso c'è solo il rum nella bagna). Questa volta per i 30 anni della mia amica Elisa...ops, si poteva dire che sono 30? Lei direbbe di no, io dico di sì...i 30 anni sono la via di mezzo tra la giovinezza e la maturità, dello spirito, della mente e del fisico; un'età in cui (forse) bisogna fare delle scelte importanti e dei cambiamenti sostanziali...quindi mi sa, cara Eli, che vanno vissuti alla grande (autoconvincimento? sì dai, ho un altro anno per abituarmi all'idea). Come dice Carrie in Sex and The City:

"I 20 anni servono per divertirsi,  i 30 per imparare la lezione, i 40 per pagare tutti i drinks"

Quindi, che i tuoi "enta" abbiano inizio e siano un susseguirsi di successi, viaggi e desideri realizzati. Anche da qui volevo augurarti buon compleanno amica mia. So…

Questa sera non cucino, assaggio!

E' evidente che mi piaccia di più preparare dei cibi dolci, visto che non ho postato nemmeno una ricetta di salato. E' una questione di gusti, ma anche di abitudini: durante la settimana i pranzi prevedono del gran petto di pollo della mensa aziendale; e le cene sono dei veloci "apri la busta d'insalata e mettici dentro due lattine di tonno"...sempre! Questa sera però mi sono fermata dal mio via-vai settimanale tra ufficio, palestra e piscina. E mi sono fatta coccolare dalla mia amica Silvia, che ha preparato per me un fantastico risotto alle fragole con riduzione all'aceto balsamico, accompagnato da un bicchiere di vino rosso e tante chiacchiere (stranamente mie: grazie Silvia per avermi sopportato in questo momento di rara logorroicità).
Ovviamente ho deciso di archiviare la ricetta in questa sorta di ricettario virtuale, anche se non so le quantità precise degli  ingredienti. Ma, insomma, quando dovrò farlo mi regolerò ad occhio, in base al numero di per…