Passa ai contenuti principali

Cupcake alla vaniglia



Cupcakes alla vaniglia con copertura di pasta di zucchero
 CUPCAKE ALLA VANIGLIA

Ingredienti per 12 tortine:

115 g di zucchero
115 g di burro
115 g di farina autolievitante
2 uova
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 cucchiaio di latte

Procedimento:

Riscaldare il forno a 180°

Lavorare il burro morbido con lo zucchero nel mixer o con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere una crema bianca e spumosa.

Sbattere le due uova ed aggiungere, un cucchiaio per volta, alla crema di burro. Mescolare di volta in volta con un cucchiaio di legno.

Aggiungere un cucchiaino di estratto di vaniglia e continuare a mescolare.

Con un grande setaccio, incorporare la farina al composto, mescolando il tutto con un cucchiaio di metallo.

Terminare con il cucchiaio di latte. Ne risulterà un composto cremoso ed un po' scivoloso.

Posizionare i pirottini di carta su di uno stampo per muffin e riempirli per 2/3, prelevando l'impasto con un cucchiaio ed aiutandosi con un altro a farlo cadere.

Infornare per 20 minuti circa. Una volta sfornati, mettere le tortine su di una gratella e lasciare raffreddare.

Una volta fredde, spalmare un filo di nutella che servirà a fare aderire la pasta di zucchero.

Io ho usato della pasta di zucchero bianca, colorandola con del rosa in gel e variando le quantità a seconda della tinta che volevo ottenere. Poi ho steso la pasta e ne ho ricavato dei dischetti con una formina tonda per biscotti, che ho fatto poi aderire utilizzando uno smoother.


Ricetta tratta dal libro Cupcake. Il lato dolce della vita



Commenti

Post popolari in questo blog

Auguri Elisa

Eh sì, le fragole nella torta piacciono a tutti, così mi sono ritrovata a fare per la seconda volta in meno di un mese la torta con crema chantilly e fragole (per la ricetta clicca qui, di diverso c'è solo il rum nella bagna). Questa volta per i 30 anni della mia amica Elisa...ops, si poteva dire che sono 30? Lei direbbe di no, io dico di sì...i 30 anni sono la via di mezzo tra la giovinezza e la maturità, dello spirito, della mente e del fisico; un'età in cui (forse) bisogna fare delle scelte importanti e dei cambiamenti sostanziali...quindi mi sa, cara Eli, che vanno vissuti alla grande (autoconvincimento? sì dai, ho un altro anno per abituarmi all'idea). Come dice Carrie in Sex and The City:

"I 20 anni servono per divertirsi,  i 30 per imparare la lezione, i 40 per pagare tutti i drinks"

Quindi, che i tuoi "enta" abbiano inizio e siano un susseguirsi di successi, viaggi e desideri realizzati. Anche da qui volevo augurarti buon compleanno amica mia. So…

Praline cocco-lose

Erano tre anni che non preparavo biscottini al cocco. Nello specifico, da quando mi sono trasferita da Reggio Calabria a Bologna e non ho avuto più l'ausilio dell'amato Bimby di mia madre. Tra le sue ricette, ve ne è una di deliziosi biscottini morbidi al cocco che si impastano (o meglio lui, il Bimby, impasta) in una manciata di secondi.  Di recente ho invece scovato una nuova ricettina e mi è venuta voglia di farli: questi biscottini al cocco sono di una ragazza conosciuta su Instagram, il nickname è chiarapassion, che ha un blog carinissimo su cui ci passa i suoi esperimenti ma anche le sue mise en place, che sono davvero "fashion di gusto" (la filosofia del blog è giusto questa)! Questi biscottini, oltre ad essere deliziosi, sono velocissimi da preparare! Io li ho ribattezzati PRALINE COCCO-LOSEperché, devo ammetterlo, eccedono in dolcezza!
Ingredienti
397 g di latte condensato Nestlè (1 lattina) 250 g di farina di cocco
Riscaldare il forno a 135°. Unire i due…

Una torta con dieci cuoricini. Perché l'amore va urlato.

Salvo e Fabio sono due splendidi ragazzi conosciuti qualche anno fa grazie alla mia amica Stefi, e da allora mi hanno sempre coinvolto nei loro momenti di baldoria con gli amici.  Questa volta si sono inventati una festa in casa per celebrare i loro 10 anni d'amore. Una casetta piccina picciò, graziosa e deliziosamente arredata diventa un piccolo paradiso per una sera: si respira amicizia, allegria, felicità ed amore..ovviamente! Si beve prosecco e si mangiano polpette  (non solo quelle, ma meritano di essere citate: standing ovation per Salvo). Quello che più mi rimane in testa di questa serata è l'orgoglio con il quale entrambi parlano della loro storia, la soddisfazione di beffeggiare gli stereotipi dell'amore, la dimostrazione che l'amore non ha età, sesso, colore. E la voglia di urlarlo al mondo. Anche se poi, in realtà, a loro basta urlarlo agli amici  che li circondano affettuosamente. Auguri ragazzi, brindo alle tantissime feste che faremo per il vostro amore!…